446922“Se si vuole trovare i segreti dell’universo, occorre pensare in termini di energia, di frequenza e di vibrazione.” – Nikola Tesla

La vitalità è una caratteristica importante di tutti gli organismi e della loro capacità di vivere e di sopravvivere. E’ un’energia radiante emessa in frequenze, chiamate “Angstroms”. Alcuni alimenti hanno un contenuto altissimo di questa energia vitale, dovuto principalmente alla loro purezza e freschezza. Altri invece sono portatori di energia “morta”, devitalizzante ed inutile.

Qualche decennio fa André Simoneton, ingegnere elettronico francese, dimostrò che le radiazioni energetiche vibrazionali emesse da un organismo sano si aggirano intorno ai 6500 Angstroms. Quando sono più basse significa che un organismo non è in buona salute, ne’ fisica, ne’ psichica.

Diy-diamond-font-b-drawing-b-font-font-b-fruit-b-font-diamond-cross-stitch-crystalLa frequenza umana può essere aumentata o diminuita dall’influenza di altre radiazioni, di cui un ruolo importante è rivestito dagli alimenti, dalle bevande, dall’ambiente, dallo stile di vita. Inoltre, le emozioni ed i pensieri possiedono una loro frequenza vibrazionale.

Il cibo quindi è importante non solo per il suo apporto di vitamine, proteine e calorie, ma anche per la sua quantità di “vibrazioni energetiche” capaci di ben sostenere la vita.

ALZARE LA FREQUENZA VIBRAZIONALE

Gli alimenti con vibrazioni al di sopra dei 6500 Angstrom, quindi i più carichi di radiazioni benefiche, sono:

piramide-karma-cibola frutta fresca matura, le spremute, i succhi appena preparati; 

gli ortaggi ed i legumi crudi o cotti con temperatura non superiore ai 70 gradi. Il grano, i farinacei, la farina ed il pane integrale, i dolci fatti in casa;

la frutta oleaginosa ed i loro oli essenziali, le olive, le mandorle, i pinoli, le noci, i semi di girasole, le nocciole, la noce di cocco e la soia; 

il burro appena preparato, i formaggi non fermentati, la crema del latte e le uova di giornata. 

Gli alimenti con vibrazioni da 6500 a 3000 Angstrom, a contenuto medio di vibrazioni vitali sono: 

il latte fresco appena munto, il burro, le uova non di giornata, il miele, lo zucchero di canna, il vino, l’olio di arachidi e le verdure scottate.

cibo-medicina-960x460Gli alimenti inferiori, con vibrazioni dai 3000 Angstrom in giù, sono:

la carne cotta, i salumi, le uova dopo il 15 giorno, il latte bollito, il te, il caffè, le marmellate, il cioccolato, il pane bianco, tutti i formaggi fermentati.

Gli alimenti “morti,” senza alcuna vibrazione sono:

le conserve alimentari, le margarine, i prodotti di pasticceria e di farina raffinata e quelli industriali in genere, i liquori e gli alcoolici, lo zucchero bianco.

La possibilità vibratoria degli alimenti non resiste a cotture oltre i 70° Celsius. L’unica eccezione è la patata. 

Beatrice Pallotta

— naturopata Luiben

 

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE IN NATUROPATIA E COUNSELING LUIBEN tel.340.3977519

SONO IN CORSO LE ISCRIZIONI PER L’ANNO 2017/18 info@naturopatiacounseling.com