Sono state le intuizioni e l’intelligenza di una donna, la farmacologa statunitense Candace Beebe Pert (1946-2013), a confermare scientificamente di come il corpo e la mente siano sempre in perfetta sintonia esistenziale, e di come le emozioni e il modo di pensare influenzino sia il temperamento, che lo stato di salute in generale dell’essere umano. Candace B. Pert infatti scoprì le endorfine, definendole come “le molecole delle emozioni”. Queste sostanze traducono i pensieri e le emozioni in “linguaggio organico”, distribuendo informazioni sensibili a tutte le cellule del corpo. Da questa rivoluzionaria evidenza scientifica e dalla biotipologia neuro personalitànasce il nuovo concetto di “neuropersonalità”, che mette in luce il legame che connette gli ormoni ed i neurotrasmettitori con i “profili” psicologici, somatici e comportamentali degli esseri umani. L’uomo è quindi un network psico-chimico, e da questa nuova visione olistica ha preso origine la PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia), l’innovativa neuroscienza ritenuta oggi rappresentare la massima  espressione delle scienze mediche ed umanistiche.

Le neuropersonalità di base si riferiscono ai 3 soggetti “puri”. Grande è la varietà di possibili combinazioni tra i biotipi di riferimento e di questi con la propria vita emotiva (con la propria interpretazione emotiva delle esperienze di vita), ma le 3 neuropersonalità purosangue offrono una prima chiave di lettura e di comprensione della PNEI.

emozioniIL NEUROCARBONICO, PERSONALITA’ SEROTONINICA

Il biotipo carbonico ha una grande produzione di SEROTONINA, dato che per genetica ha l’attività intestinale molto pronunciata.( La serotonina viene prodotta dall’intestino per il 90%.)

Il corpo è robusto, gli arti corti, il viso tondo. Il neurocarbonico è un fisico-istintivo. I piaceri della tavola, del sesso, del possesso e del potere sono le sue caratteristiche principali, e l’istinto alla sopravvivenza è dominante.

Quando il neurocarbonico è in fase attiva, quindi sorretto da una buona orchestrazione neuro-ormonale, sarà un dominatore, con grande forza fisica e attitudine al potere. In fase negativa, potrebbe essere invece un passivo, un sottoposto, un qualunquista.

neuro personalitàIL NEUROSULFURICO, PERSONALITA’ DOPAMINICA-OSSITOCINICA

Nel biotipo sulfurico il sistema ormonale funziona perfettamente, ed ha una vita emotiva legata alla attività della DOPAMINA e dell’ OSSITOCINA.

Il corpo è armonico, dalle giuste proporzioni. Il viso è quadrato, la mascella è pronunciata. Il cervello emozionale-affettivo è predominante e si esprime con emozioni forti e manifeste. Comunicazione, predisposizione all’amicizia e alle sane relazioni sentimentali, attitudine al gioco ed allo sport, sono le espressività del neurosulfurico in fase positiva. In fase emotiva passiva può divenire dipendente dai legami affettivi, e molto incline a lasciarsi condizionare dagli altri, in coppia e in famiglia, e dalla società. Il neurosulfurico ha bisogno di essere amato.

IL NEUROFOSFORICO, PERSONALITA’ NORADRENALINICA-ENDORFINICA

neuro perosnalitàIl biotipo fosforico si avvale del supporto del sistema nervoso e mentale, e dei suoi specifici neuro-ormoni, la NORADRENALINA e le ENDORFINE OPPIOIDI.

Il corpo è affusolato e gli arti sono lunghi. Il viso è ovale. L’attività cerebrale è molto intensa, e può produrre una gran quantità di acetilcolina e di noradrenalina dall’emisfero sinistro, che stimola la “mente” logica, razionale, organizzativa, e di endorfine dall’emisfero destro, che si esprimono come mente intuitiva, fantasiosa, e di gran sensibilità emotiva.

In fase positiva ed armonica, il neurofosforico sarà logico, razionale, mentalmente forte e sicuro di se’. In fase passiva esprimerà una personalità nervosa, instabile, dall’aria vaga e distaccata dalla realtà. Il neurofosforico ha bisogno di essere riconosciuto.

Beatrice Pallotta